Apple si rifà il look

Trading

Alla fine, Apple ha deciso di rivedere l’immagine dei propri negozi. Guai ad attendersi una rivoluzione, ma le novità non tarderanno comunque a farsi sentire, a cominciare dal brand: sparirà infatti la parola Store, lasciando agli appassionati il piacere di chiamare i negozi Apple, semplicemente Apple, di fianco al nome della location.

In una comunicazione indirizzata ai propri dipendenti, la società di Cupertino ha poi spiegato che la variazione nella politica del branding avverrà in maniera graduale, cominciando proprio dalle nuove aperture. Nei negozi italiani, qualcosa si inizia già a intravedere: l’Apple Store Carosello è infatti diventato Apple Carosello, così come oggi è possibile chiamare Apple Fioredaliso, Apple RomaEst, Apple Via Roma a Torino e così via.

L’intenzione della società che fu di Steve Jobs è piuttosto chiaro: trasmettere nei suoi tanti utenti l’impressione che non si tratti semplicemente dei negozi di Apple bensì di un punto di ingresso nel mondo del brand della mela.a conferma di ciò, sia sufficiente dare uno sguardo alla modalità di esposizione, ai servizi offerti e alle altre caratteristiche che stanno contraddistinguendo l’approccio di tali (ex) Store: tutto è stato studiato per permettere all’utenza d ivivere un’esperienza di shopping completamente diversa rispetto a quella che si potrebbe vivere nei media tradizionali.

In aggiunta a quanto sopra, è possibile ricordare come, in realtà, il cambiamento non sarà solo nel brand. La società ha infatti anche cominciando un restyling dei suoi punti vendita, annunciando di verse nuove aperture negli Stati Uniti (ad Annapolis, nel Mayland, e a Kansas City, nel Missouri) e in Europa (a Glasgow, in Scozia). Non si sa comunque ancora, con precisione, quali saranno i cambiamenti: probabilmente, però, si tratta di un rinnovamento del proprio già moderno approccio alla clientela. Per quanto concerne ad esempio il nuovo design del retail di Apple all’Union Square di San Francisco, le novità sono piuttosto palesi: fra le altre cose, l’ex Store di San Francisco dispone di una Plaza aperta al pubblico 24 ore su 24, offrendo posti a sedere, wi-fi pubblico, eventi musicali, e non solo. Una caratteristica che naturalmente non sarà disponibile dappertutto, ma che probabilmente conferma la volontà di Apple di rendere unico qualsiasi punto vendita al mondo.

Non ci resta dunque che attendere, e comprendere quali saranno le novità che la società di Cupertino ha in serbo per i tanti utenti italiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *