Monthly Archives: luglio 2016

Dati contrastanti sul commercio italiano

Sono particolarmente contrastanti i dati relativi ai consumi delle famiglie. Se infatti a maggio le vendite al dettaglio, ricondotte dall’analisi Istat, segnano un piccolo miglioramento rispetto al mese di aprile, con un balzo in avanti dello 0,3 per cento, è altrettanto vero che dal quadro generale comunicato dall’Istituto nazionale di statistica, emergfe una debolezza diffusa, con un calo dell’1,3 per cento rispetto a quanto segnato nel 2015.

Crescita Pil sotto l’1% a causa della Brexit

Dopo il Fondo Monetario Internazionale, anche la Banca d’Italia si trova costretta ad aggiornare le proprie stime sulla crescita del prodotto interno lordo italiano, revisionando le precedenti progressioni stilate, e riconducendole su più miti consigli. La colpa? Come ampiamente intuibile è della Brexit, con la vittoria dei leave nel referendum dello scorso 23 giugno che ha complicato – e non poco – l’attendibilità previsionale degli analisti macroeconomici. I quali, nel dubbio, hanno comunque pensato di penalizzare il ritmo di crescita del Pil italiano, abbassandolo, pur lievemente, rispetto alle proiezioni che erano state formulate nel mese di maggio.