Tonsille, ricovero inutile per i bimbi sotto i 3 anni

Stando a quanto afferma uno studio pubblicato online su JAMA Otolaryngology – Head and Neck Surgery, il ricovero ospedaliero dei bimbi di età inferiore ai 3 anni che si operano per togliere le tonsille sarebbe inutile. Il ricercatore Hassan Ramadan, della West Virginia University di Mogantown, e i suoi colleghi, hanno infatti scoperto che di norma nei bimbi sotto i 36 mesi viene consigliato il ricovero per tenere sotto controllo eventuali complicazioni respiratorie o emorragie post operatorie, mentre in realtà una bassissima percentuale di casi sono effettivamente ad alto rischio.

Per giungere a tale conclusione i ricercatori hanno analizzato 188 casi per valutare l’incidenza di complicazioni post-operatorie nei bambini tra 18,3 e 35,9 mesi di età, con una media di 29,5 mesi. I bambini si erano sottoposti a tonsillectomia, il 3,7% dei casi presi in considerazione, o ad adenotensillectomia, il 96,3% dei bambini.

Ebbene, a margine dell’analisi è emerso come il 18,1% dei piccoli operatori è andato incontro ad almeno una complicanza post operatoria, ma che nella maggior parte dei casi si trattava di semplice scarsa nutrizione, e solamente 9 hanno richiesto un’ospedalizzazione per più di un giorno.

“Anche se il 15,9% dei pazienti ha avuto problemi conseguenti a una scarsa nutrizione dopo l’intervento, si tratta di un problema che non è limitato ai bambini sotto i 3 anni – hanno dichiarato i ricercatori americani – e per questo pensiamo che non sia necessaria l’ospedalizzazione”. È emerso infatti che nessun bambino sia andato incontro a emorragia, anche se lo 0,5%, tossendo, ha prodotto una piccola quantità di sangue, senza peraltro ripresentare il problema durante la notte in cui sono rimasti in osservazione.

Ancora, solo cinque bambini, il 2,7%, ha avuto problemi di ossigenazione e nel 90% di questi, i medici hanno dato l’ossigeno durante la notte. Nessun bambino, infine, è dovuto tornare in sala operatoria, mentre 2 bimbi, che si erano sottoposti entrambi a tonsillectomia per problemi legati alla respirazione notturna, sono andati incontro a edema dopo l’intervento. Gli interventi sono andati comunque tutti bene. “Pochi bambini hanno avuto complicazioni durante il ricovero in ospedale – hanno concluso gli autori dello studio – e questo dimostra che la tonsillectomia e l’adenotonsillectomia sono sicure nei bambini sotto i tre anni. Dunque, l’ospedalizzazione si può evitare con un appropriato controllo subito dopo l’intervento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *