Voli a lungo raggio e basso costo da Lufthansa

lufthansa

Lufthansa, una delle principali compagnie aeree al mondo, sta cercando di rivoluzionare ulteriormente il comparto dei voli a lungo raggio, proponendo una conveniente offerta a basso costo. La dichiarazione dell’azienda sostiene infatti come già a partire dal prossimo mese di ottobre l’azienda sarà pronta per lanciare voli a lunga distanza con bassi costi, in joint venture con Turkish Airlines.

Stando alle notizie già rilasciate ai media, si tratterà di rotte intercontinentali, che verranno offerte con il marchio Eurowings partendo dall’aeroporto di ColoniaBonn. La strategia del vettore tedesco sembra pertanto essere molto chiara: rafforzare la propria posizione sui collegamenti diretti, mediante un’offerta che possa soddisfare le persone che cercano di coprire ampie distanze senza scali intermedi, con condizioni economiche particolarmente concorrenziali.

Saranno sette Airbus A330 ad assicurare i voli, le cui tariffe andranno da 99 a 399 euro. A bordo saranno predisposte tre diverse classi di servizio (Basic, Smart, Best) come già avviene per Germanwings, la compagnia low cost di Lufthansa specializzata nel corto e nel medio raggio, recentemente salita agli onori della cronaca per gli eventi che l’hanno riguardata.

Più in particolare, la classe Best, la migliore tra le tre disponibili, sarà caratterizzata da alcuni comfort aggiuntivi come la disponibilità di sedili paragonabili a quelli Premium, e ancora due bagagli nella stiva compresi nel prezzo. I servizi Smart e Basic si avvicinano invece alla classe economica, con una sostanziale differenza nei servizi accessori: di fatti, mentre il pacchetto Basic prevede un unico bagaglio in cabina e nessun pasto, Smart offre un pasto e un bagaglio in stiva.

Infine, è stato reso noto come gli equipaggi di Eurowings saranno formati da personale di SunExpress, la joint venture fra Lufthansa e Turkish i cui costi di gestione sono inferiori del 40% a quelli del vettore tedesco. Secondo i giornali tedeschi, il vettore intende raggiungere la redditività nel 2017 per questa nuova sua attività nei cieli internazionali.

Considerata l’estrema attenzione sulla redditività, non si potrà che esprimere un valore positivo sul fronte del contenimento della spesa del personale, che potrà essere utilizzato come leva determinante per poter giungere a un utile entro l’esercizio 2017.

Naturalmente, molto dipenderà anche dall’appeal commerciale che Lufthansa riuscirà ad esercitare. Con l’agguerrita concorrenza all’orizzonte, è probabile che le sfide che la società tedesca si troverà ad affrontare saranno molto, molto ardue da arginare con leggerezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *